Le conversazioni del Managers’Cafè – Bilanciare competizione e collaborazione per il successo personale e di team.

DSC_0194Competezione vs Collaborazione, un contendere su cui si discute moltissimo nelle organizzazioni. E’ meglio spronare i collaboratori mettendoli in competizione tra di loro oppure è fondamentale sviluppare uno spirito di  collaborazione che dal team si estende al cliente? Cosa succede in un gruppo quando una persona viene vissuta dagli altri come troppo competitiva o troppo collaborativa?

Queste sono le domande e le riflessioni che hanno dato avvio al MANAGERS’CAFE’ di novembre in cui abbiamo parlato della storia di Alessio che, motivato dalla volontà di emergere, è stato giudicato dai colleghi che lavorano con lui troppo competitivo, tanto da chiederne l’allontanamento. E’ vero che la situazione di Alessio è particolare, è uno dei membri di un  team di integrazione che sta lavorando sui processi organizzativi a seguito della fusione di due aziende. Nel momento in cui due aziende si uniscono è necessario eliminare, se ce ne sono, le funzioni doppie e questo scatena generalmente ansie e competizione.

La storia di Alessio ci dà  l’occasione di discutere come bilanciare COMPETIZIONE e COLLABORAZIONE, utilizzando o favorendo questi due atteggiamenti a seconda delle situazioni specifiche.  E per riflettere sull’argomento abbiamo organizzato una sfida a squadre: i partecipanti si sono divisi e sono stati sfidati  in due manche di gara la prima nel trovare i PRO della COMPETIZIONE, i e i PRO della COLLABORAZIONE. Nella seconda manche nel trovare i CONTRO della COMPETIZIONE ed i CONTRO della COLLABORAZIONE.

Innanzitutto i contenuti sono stai molto interessanti, collaborazione e competizione hanno  pro e contro simili. E’ stato posto l’accento su quanto la COMPETIZIONE sviluppi stress e d’altra parte permetta alle persone di valorizzare le proprie competenze.  Per quanto riguarda  la COLLABORAZIONE favorisce l’innovazione ed rappresenta una sinergia tra le competenze del gruppo che permette di raggiungere obbiettivi sfidanti, la collaborazione richiede però più tempo e può essere demotivante.

Dalla gara sono emersi anche molti pregiudizi su COMPETIZIONE E COLLABORAZIONE, i più significativi riguardano il rapporto con la LEADERSHIP e l’AUTOAFFERMAZIONE.  Entrambe queste competenze si possono esprimere sia in un contesto competitivo che collaborativo, l’esempio più concreto di ciò sono gli sport di squadra in cui gli atleti spiccano sia per doti personali che per leadership anche se giocano a favore e con la squadra.

L’ultima considerazione del divertente incontro, perché ci siamo proprio diverti tutti grazie alla dinamica che abbiamo scelto per animare la conversazione, è che mettere due squadre in competizione tra loro favorisce una collaborazione anche tra persone che non si conoscono e che si vedono per la prima volta.

In sintesi collaborazione e competizione servono entrambe, e per avere successo personali dobbiamo sempre avere dei comportamenti che rispettano gli altri: potremmo sintetizzare dicendo che il motto ideale dovrebbe essere COLLABORAZIONE CON LE PERSONE COMPETIZIONE SULLE IDEE.

VI aspettiamo al MANAGERS’CAFE’ di Mercoledì 6 Dicembre per parlare di integrazione di due team: Iscrivetevi

Ringraziamo Paola Angelucci per il supporto SEO

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.