Le conversazioni del Managers’Cafè – Bilanciare competizione e collaborazione per il successo personale e di team.

DSC_0194Competezione vs Collaborazione, un contendere su cui si discute moltissimo nelle organizzazioni. E’ meglio spronare i collaboratori mettendoli in competizione tra di loro oppure è fondamentale sviluppare uno spirito di  collaborazione che dal team si estende al cliente? Cosa succede in un gruppo quando una persona viene vissuta dagli altri come troppo competitiva o troppo collaborativa?

Queste sono le domande e le riflessioni che hanno dato avvio al MANAGERS’CAFE’ di novembre in cui abbiamo parlato della storia di Alessio che, motivato dalla volontà di emergere, è stato giudicato dai colleghi che lavorano con lui troppo competitivo, tanto da chiederne l’allontanamento. E’ vero che la situazione di Alessio è particolare, è uno dei membri di un  team di integrazione che sta lavorando sui processi organizzativi a seguito della fusione di due aziende. Nel momento in cui due aziende si uniscono è necessario eliminare, se ce ne sono, le funzioni doppie e questo scatena generalmente ansie e competizione.

La storia di Alessio ci dà  l’occasione di discutere come bilanciare COMPETIZIONE e COLLABORAZIONE, utilizzando o favorendo questi due atteggiamenti a seconda delle situazioni specifiche.  E per riflettere sull’argomento abbiamo organizzato una sfida a squadre: i partecipanti si sono divisi e sono stati sfidati  in due manche di gara la prima nel trovare i PRO della COMPETIZIONE, i e i PRO della COLLABORAZIONE. Nella seconda manche nel trovare i CONTRO della COMPETIZIONE ed i CONTRO della COLLABORAZIONE.

Innanzitutto i contenuti sono stai molto interessanti, collaborazione e competizione hanno  pro e contro simili. E’ stato posto l’accento su quanto la COMPETIZIONE sviluppi stress e d’altra parte permetta alle persone di valorizzare le proprie competenze.  Per quanto riguarda  la COLLABORAZIONE favorisce l’innovazione ed rappresenta una sinergia tra le competenze del gruppo che permette di raggiungere obbiettivi sfidanti, la collaborazione richiede però più tempo e può essere demotivante.

Dalla gara sono emersi anche molti pregiudizi su COMPETIZIONE E COLLABORAZIONE, i più significativi riguardano il rapporto con la LEADERSHIP e l’AUTOAFFERMAZIONE.  Entrambe queste competenze si possono esprimere sia in un contesto competitivo che collaborativo, l’esempio più concreto di ciò sono gli sport di squadra in cui gli atleti spiccano sia per doti personali che per leadership anche se giocano a favore e con la squadra.

L’ultima considerazione del divertente incontro, perché ci siamo proprio diverti tutti grazie alla dinamica che abbiamo scelto per animare la conversazione, è che mettere due squadre in competizione tra loro favorisce una collaborazione anche tra persone che non si conoscono e che si vedono per la prima volta.

In sintesi collaborazione e competizione servono entrambe, e per avere successo personali dobbiamo sempre avere dei comportamenti che rispettano gli altri: potremmo sintetizzare dicendo che il motto ideale dovrebbe essere COLLABORAZIONE CON LE PERSONE COMPETIZIONE SULLE IDEE.

VI aspettiamo al MANAGERS’CAFE’ di Mercoledì 6 Dicembre per parlare di integrazione di due team: Iscrivetevi

Ringraziamo Paola Angelucci per il supporto SEO

 

Managers’Cafè – 3 Febbraio 2016 – Come sviluppare la collaborazione in un team

Café-Philo-ImmagoIl Managers’Cafè apre le sue porte nel 2016 parlando di collaborazione all’interno di un team. Il caso aziendale di Febbraio si concentra su come un team leader  può favorire la cooperazione tra i suoi collaboratori, ci confronteremo insieme nel modo informale che caratterizza i nostri Cafè.
MANAGERS’CAFÉ è uno spazio di confronto  stimolante sui temi di management, leadership, organizzazione e cambiamento.
MANAGERS’CAFÉ ti aspetta per discutere insieme un nuovo caso aziendale il primo mercoledì di ogni mese dalle 18:00 alle 19:30 nella sede di Formazione Network.

MANAGERS’CAFÉ  MERCOLEDÌ  3 Febbraio 2016  – 18.00-19.30
Formazione Network – Viale Nino Bixio, 2 – Verona

Caso:  Federico è l’imprenditore e Amministratore Delegato di una media azienda. Finalmente, dopo un anno davvero duro ma di soddisfazione, si prende 20 giorni di ferie tra Natale e Capodanno. Anche durante questo periodo l’azienda rimane aperta, ma le sue persone sono tutte molto valide e di esperienza, e Federico va in vacanza tranquillo.
Le vacanze lo rilassano molto, era da tempo che non staccava completamente e ne aveva proprio bisogno. Al suo ritorno, parla con ciascuno dei suoi direttori per riprendere le fila del lavoro e si accorge che mentre le attività di routine sono andate come sempre (bene), restano da risolvere due o tre problemi che sono sorti in sua assenza (in particolare un problema con una nuova assunzione, ed uno con la definizione anche legale di un contratto da finire di negoziare con un fornitore strategico). Con un po’ di sorpresa, si rende conto che il gruppo lavora bene insieme solo quando c’è lui a supervisionare le riunioni ed a fare da collante. Quando si allontana, i suoi collaboratori non si parlano e non collaborano ed i problemi che non ricadono nella responsabilità diretta di qualcuno rimangono irrisolti. Federico sta pensando a cosa può fare per promuovere maggiore collaborazione nel suo team. Come favorire la collaborazione nel suo team? Che strategia e che azioni gli consigliamo di intraprendere?

La partecipazione è gratuita e limitata a 20 persone, quindi affrettati ad iscriverti, scarica il modulo di adesione o invia una mail a  info@formazione-network.it
MANAGERS’CAFÉ è gestito e facilitato dai coach e consulenti di Formazione Network, che mettono a disposizione la loro ricca e diretta esperienza di consulenza organizzativa e di sviluppo di leadership e di business.
Sei un manager, un dirigente, un imprenditore,  un professionista? Ti aspettiamo al MANAGERS’CAFE’.
Partecipando attivamente al MANAGERS’CAFÉ ti eserciti ad affrontare e risolvere i momenti problematici della tua vita aziendale. 

Scuola Per l’Imprenditoria Verona – 7 Novembre 2015 – Speed Dating

SPI_SpeedDAtingIl mondo del business è sempre più connesso e spesso le sinergie più efficaci si trovano in ambienti inaspettati. Costruire network, stringere relazioni tra imprenditori e conoscere gli obiettivi reciproci sono opportunità sia per sviluppare la propria azienda con nuove partnership o con nuove idee di business, che per ampliare la propria conoscenza dei mercati.
Per questo motivo ogni imprenditore deve essere sempre pronto a presentarsi in modo sintetico, facendo risaltare il valore della propria azienda, e nel contempo, cogliere gli spunti proposti dai suoi interlocutori, per trasformarli velocemente in opportunità di sviluppo.

Le diverse esperienze imprenditoriali sono ricche di successi e ci parlano di capacità di inventarsi e scoprire diverse possibilità produttive. Creare network relazionale è un investimento per ogni imprenditore che permette di:

  •  Creare valore su interessi comuni
  •  Raccogliere informazioni economiche e di mercato sia locale che globale
  • Condividere punti di vista diversi
  •  Costruire dialogo e relazione con altre persone che altrimenti non incroceremmo
  •  Sviluppare una diversa mentalità
  •  Sviluppare la creatività
  •  Concederci uno spazio di riflessione
  •  Apprendere dalle storie degli altri, condividendo successi ed esperienze che stimolano nuove o diverse possibilità operative.

La Scuola per l’Imprenditoria riunisce imprenditori, commercianti, artigiani ed offre ai suoi iscritti la possibilità di confrontarsi e di creare una rete relazionale che, nel tempo, può sviluppare business. Per questo motivo è stata organizzata una giornata di SPEED DATING è dedicata ad approfondire, in ambito di business, la conoscenza reciproca ed identificare aree di interesse comune su cui costruire valore per le aziende ed il territorio.

FORMAZIONE NETWORK  faciliterà  la giornata di SPEED DATING fornendo ai partecipanti gli strumenti per

  • Presentare il proprio business in 1 minuto – Costruire il proprio “elevator pitch”
  • Instaurare un clima che favorisca lo scambio di idee ed il dialogo tra i partecipanti.
  • Identificare velocemente gli interessi comuni
  • Avvio del dialogo in gruppi di interesse
  • Creare le basi per uno spazio di confronto di business duraturo nel tempo

Il nostro ruolo durante la giornata è quello di supportare gli imprenditori perché utilizzino gli strumenti di presentazione in modo omogeneo, organizzare lo scambio di  informazioni affinché ogni persona  abbia la possibilità di conoscere gli altri, facilitare l’identificazione di aree di interesse comune e fornire un’agile modalità in cui i gruppi di interesse si confrontino tra loro.  Sarà una giornata interessante, ricca di scambi e di occasioni per il futuro!

Scuola Per l’Imprenditoria Verona – SABATO 26 SETTEMBRE 2015 – RUGBY:TEAM, SOSTEGNO E LEADERSHIP

Sharks_Scrum20La Scuola per l’imprenditoria di Verona apre quest’anno la sua attività con un incontro, curato da Formazione Network, in outdoor sul campo da Rugby.
Il tema centrale del programma formativo 2015 è la crescita della rete tra imprenditori ed in questo contesto la metafora del Rugby, gioco basato sulla  leadership  situazionale ed il lavoro di squadra, acquista un importanza rilevante.

Nel Rugby ogni giocatore conta sul sostegno dei compagni. Per poter avanzare con la palla si deve giocare consapevoli delle diversità individuali e sostenendosi l’uno con l’altro. Chi cade a terra è certo della presenza del compagno pronto a prendere la palla ed avanzare, chi corre sa di poter passare al compagno col passo più veloce: tutti insieme segneranno la meta.
Il team building per la Scuola per l’Imprenditoria porta gli imprenditori sul campo da Rugby, in modo da sperimentare le dinamiche di questo gioco e, giocando, accelerare la formazione di un gruppo coeso che sa mantenere viva la comunicazione di network ed impara ad esercitare la leadership  tra pari a favore dell’avanzamento comune.

In questo incontro i partecipanti  creano e rafforzano la comunicazione tra di loro, sperimentano la forza dirompente dell’allineamento degli sforzi, valorizzano le differenze di esperienza e di competenza ed infine individuano i comportamenti che favoriscono la cultura della collaborazione.
Perché partecipare?

  •  conoscersi, fare rete  e divertirsi insieme
  •  incentivare la comunicazione
  •  cementare lo spirito di gruppo
  •  creare una cultura di leadership diffusa e situazionale: momenti per guidare e momenti per seguire.

L’esperienza sul campo da Rugby è centrale, ad ogni esercitazione pratica segue la rielaborazione in gruppo per far diventare i comportamenti nel gioco pratiche di business.

Le parti di attività fisica sono adatte a tutti e non necessitano particolari abilità atletiche o motorie.
Il team di  Formazione  Network  è coadiuvato  da uno staff tecnico coordinato da un Allenatore di Rugby  che gestisce la parte di esperienza  sul campo.

Per  saperne di più scuola per l’imprenditori,  iscrizioni ed informazioni info@scuolaimprenditoria.it

Formazione Network lavora con la  metafora del rugby dal 2007 ed ha portato sul campo reti vendite, intere aziende e singoli reparti, associazioni no profit e di volontariato. Abbiamo costruito interventi formativi  per Sviluppo di Leadership, Team Building,  Valori e Visioning, Accompagnamento al Cambiamento Organizzativo, Comunicazione,  Allineamento dei Processi, Lavoro di Squadra, Gestione del conflitto.